Maschinenfabrik Berthold Hermle AGMaschinenfabrik Berthold Hermle AG

From one to another!
User reports

LA FORZA MOTRICE PER UN TAGLIO IGIENICO

01.12.2020
Matthias Reh, 2° da destra, proprietario di Der Span, e i suoi collaboratori.

Senza angoli e spigoli nascosti: i componenti usati in macchine per la lavorazione di generi alimentari devono soddisfare principi di progettazione igienici. L'azienda Der Span, che produce tali componenti, si affida ai centri di lavorazione di Hermle che, grazie al sistema handling HS flex, sono in grado di lavorare superfici perfette anche di notte.

Occhiali hipster, cappellini e jeans sdrucidi: chi vede Matthias Reh non suppone in un primo momento di aver davanti il fondatore di un'azienda di successo. Il trentaduenne decise nel 2013 di mettersi in proprio e acquistò un piccolo parco macchine per la lavorazione del metallo a truciolatura. All'inizio produsse solo componenti semplici. "Avevamo solo macchine datate, anni luce da una lavorazione ad alta precisione." Il 2015 fu l'anno della svolta, quando sostituì l'ormai vecchia C 1200 U con una C 42 U di Maschinenfabrik Berthold Hermle AG. "Gli argomenti chiaramente a favore di questa scelta erano le mie
esperienze passate e il servizio", racconta il meccanico d'industria. Già durante il suo apprendistato aveva lavorato con i centri di lavorazione Hermle, inoltre per la C 1200 U acquistata aveva dovuto chiamare sempre più spesso il tecnico di servizio. "Sia l'impegno che la disponibilità dei ricambi sono stati sempre di altissimo livello, anche se la nostra macchina aveva già quasi 20 anni."

 

Con il nuovo centro di lavorazione a 5 assi cambiarono sia lo spettro di pezzi prodotti che i clienti: "La macchina fu consegnata a novembre 2015 e nel periodo natalizio producemmo già i primi complessi portautensili per il settore alimentare", ricorda Reh. "In questo modo ero entrato nel settore high-end."

" POICHÉ PRODUCIAMO SU MACCHINE HERMLE, NON DOBBIAMO
PIÙ CHIEDERCI SE SIAMO IN GRADO DI REALIZZARE UN ORDINE
ANCHE DAL PUNTO DI VISTA QUALITATIVO."
Matthias Reh

 

Ad aprile 2017, Matthias Reh ampliò il parco macchine con una C 400 U dotata del sistema handling HS flex per produrre pezzi con maggiore efficienza con lunghi tempi di esercizio. Il sistema handling di Hermle convince con il suo comando intuitivo, la logica e l'affidabilità: durante il turno con operatori viene eseguita la sgrossatura, di notte e nel fine settimana viene eseguita la levigazione. "Solo questa fase dura per pezzo 10-14 ore", aggiunge Reh.

IL SEMPLICE CONCETTO DI TORNITURA NON È PIÙ ATTUALE

Quando il fondatore dell'azienda volle sostituire il vecchio tornio risalente all'epoca della fondazione, si rivolse direttamente a Hermle. "I nostri pezzi da tornio dovevano passare spesso sulle macchine fresatrici per un foro o una scanalatura. Per noi era chiaro che avevamo bisogno di un impianto che fosse in grado di eseguire entrambe le operazioni", racconta. Optò per un centro di lavorazione della linea ad alte prestazioni con funzione Mill-Turn (MT). Come già per la C 42 U, oltre a nuovi potenziali produttivi si aggiunsero anche nuovi clienti, questa volta del settore della tecnica medicale e del settore energetico. La sfida in questo caso è la varietà dei materiali che Der Span lavora sulla C 42 U MT. Mentre le forme spesso sono simili o identiche, il materiale va dall'acciaio colato al titanio. Le geometrie sono invece meno problematiche: "Sulla macchina Hermle di fatto non c'è niente di complesso se si ha in mente la giusta strategia di lavorazione", sostiene il meccanico d'industria. Anche se il centro di fresatura/tornitura viene usato alla Der Span solo da settembre 2019, la giovane azienda sta già raccogliendo i frutti del suo investimento. "Poiché produciamo su macchine Hermle, non dobbiamo più chiederci se siamo in grado di realizzare un ordine anche dal punto di vista qualitativo", riferisce Reh.

up
arrow up